www.krishnadas.it



 




















 


 


Questa raccolta di pensieri scritta con il passare del tempo, nasce da vissuti che hanno caratterizzato la mia vita sino a oggi. Vivere tra occidente e oriente mi ha permesso di incontrare molte situazioni cariche di intensità. Ho passato molti anni in India, in modo particolare in Himalaya. La notte è sempre stata per me una possibilità di vivere momenti magici, che mi permettevano di ascoltare quel profondo silenzio che troppo spesso, purtroppo, fa paura. Il guardarsi dentro, vuol dire incontrare non solo il nostro Maestro interiore, ma offre l’opportunità di trovare un caro Amico di viaggio che ci accompagna dal momento della nostra nascita, sino alla morte del nostro corpo materiale. Sono considerato un maestro compositore di Musica Trascendentale e non ho mai pensato a me stesso come a uno scrittore o poeta, in verità ho sentito il desiderio di rendere pubblici i miei scritti che, ben riposti dentro un cassetto, quando lo apro, mi offre sempre un gradito profumo di vissuti.

                                                                                                              

Il ricavato di questo libro
sarà devoluto a favore
di iniziative umanitarie

 

 

Le foto, che accompagnano gli scritti, le ho scattate in India durante i miei lunghi periodi di permanenza in luoghi di forti energie. L’Himalaya, Delhi, Benares, Puri, Vrindavana, Jaipur sono i posti dove maggiormente ho vissuto in India. Le immagini, riprodotte in questa piccola raccolta di pensieri scritti, rappresentano alcuni momenti legati a stati d’animo, che ho spontaneamente cercato di fissare, tramite lo strumento fotografico. Stati d'animo così infinitesimali e delicati come le ali di una farfalla, e per questo non facili da rendere con le parole. Umilmente, ho rispettato quanto la mia Anima mi trasmetteva, guidando la mia penna che era al suo servizio, nello scorrere su qualsiasi pezzo di carta che riuscivo a trovare al momento, nei luoghi e nelle situazioni più disparate. Trovo che sia importante riuscire a dare spazio a quanto la nostra sensibilità desidera esprimere, perché ciò dà a noi tutti, l’opportunità di realizzare quanta dolcezza si manifesta all’interno della nostra stessa persona. Dal mio punto di vista tutto questo non deve essere considerato, come tanti fanno, un segno di debolezza o altro. Sono sempre più convinto che dentro di noi vive uno splendido Essere di Luce e se cerchiamo di andargli incontro seguendo la strada dell’abbandono, quell’Essere di Luce ci aiuterà a diventare sempre più  Esseri Umani, e sempre meno Esseri "Animali". Ringrazio anticipatamente chi ha speso un po’ di tempo a leggere quanto ho scritto e ringrazio ancora chiunque possa essersi riconosciuto in uno dei miei pensieri.

menù principale


Krishna Dās




vai all'angolo della Poesia

 




potete acquistare il libro presso:

http://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__pensieri-scritti.php

 



 

Himalaya  02/01


Sulle cime tempestose 56 sotto zero
Attendono il Miracolo dei primi raggi di sole

Dietro di loro, i segreti secolari più nascosti nella città di
Cristallo

Sciami di Esseri di Luce si levano verso il cielo
per renderlo ancora più azzurro

Tutto si risveglia ...... o dolce sinfonia degli elementi sparsi
in ogni manifestazione

Le note echeggiano e vibrano in ogni molecola 
dell’essere .......
 tutto risuona per offrire alle nostre sorde
orecchie del cuore l’eterno incanto
d’Amore

O dolce sinfonia che tutto risveglia .......
porta Luce tra le tenebre della nostra
Dimenticanza

Sulle cime tempestose 56 sotto zero

Attendono il Miracolo dei primi raggi ...... di Sole

                                             Krishna Dās

 
 

 

Spazi Infiniti

Miriadi di molecole “forme-pensiero” viaggiano
attraversando spazi infiniti dell’etere

Come messaggeri senza materia e  forma visiva,
viaggiano, oltre le barriere dello
spazio-tempo

Il mio cuore osserva la mia Anima ......

La mia Anima osserva il miracolo
della
Divina ricerca

                                                Krishna Dās